Bike Sharing

II bike sharing (traducibile come “condivisione della bicicletta”) e uno degli strumenti di mobilità sostenibile a disposizione dei Comuni che intendono ridurre i problemi derivanti dalla congestione stradale e il conseguente inquinamento.
Viene anche talvolta indicato come servizio di biciclette pubbliche e sta conoscendo una crescente popolarità in diverse città grazie a una pluralità di tecniche di condivisione del mezzo che ne rendono possibile l’utilizzo da parte di coloro che non hanno a disposizione una bicicletta propria.
I motivi alla base della necessita di sistemi del genere sono altrettanto numerosi quanto Ie forme che assumono. Recentemente il fenomeno più rilevante e stata I’adozione, da parte di numerose amministrazioni locali di sistemi di bike sharing come parte di un sistema di trasporto intermodale, consentendo alle persone di scendere da un mezzo pubblico per prendere una bicicletta dislocata nei pressi della fermata e viceversa. E quindi una possibile soluzione al problema dell’ultimo miglio”, cioè quell’ultimo (o primo) tratto di percorso che separa la fermata del mezzo pubblico alla destinazione finale dell’utente. Comunque già in precedenza gruppi informali di cittadini avevano promosso il bike sharing come un’alternativa al traffico motorizzato, sperando di ridurre I’impronta ecologica degli spostamenti urbani così come di migliorare il livello generale di salute pubblica attraverso I’esercizio fisico.

Il Calendario non può essere visualizzato. Per favore tornate più tardi
strutture ricettive